Via Cavalcanti,9/D CAP 50058 SIGNA (Firenze)

Tel. +39 055 8734952

Alone nel paese delle conchiglie

Alone nel paese delle conchiglie -
Autore : Donato Massaro
Collana : Impronte

ISBN:978-88-6039-363-0. , Anno 2015

pagg. 152; cm 14X21 Italiano
Br. Ill.

€ 12.00


Descrizione
“Alone lo trovi ovunque; è il protagonista di non si sa cosa come tutti noi”.
Che nel dormiveglia dormiamo sugli allori: Alice Elio Eros Fritz Rugiada Luna Preziosa Lisa Allegra Rodrigo e quanti altri, relazionandoci sulla scena dei giorni distrattamente, come si fa coi monumenti che non si può guardarli in faccia ogni volta.
I giorni ci stanno alle calcagna.
Sembra ci inseguano ma ci vengono incontro.
Ci propongono sogni e desideri.
Fin quando si hanno i piedi per terra va tutto bene, altrimenti la favola diventa ipotesi “Nella zona blu dei desideri”, a condizione d’essere svegli beninteso.
Evadere è possibile.
“Nella città dormitorio tra virgolette” sognare è difficile.
Ma ci si prova.
Il traffico è intenso, “I vigili non fanno miracoli”.
Per non addormentarsi, l’opinione pubblica non chiude un occhio.
“La ricerca della felicità in senso lato” è un problema che attanaglia tutti, di non facile soluzione.
La riflessione è seria.
Il risultato risibile.
La realtà è a disagio con i desideri e con i sogni “Dove accade tutto e il contrario di tutto, cioè niente”.
Alone non sa tutto ma sta imparando.
Non si sgomenta come di fronte alla morte e all’infinito.
Naviga sottocosta con la bussola del buonsenso e gira al largo dai promontori del nonsenso non distante.
Il libro di cui è protagonista lo asserisce.
È divertentissimo, complicatissimo, semplicissimo, profondissimo.
Alone è un po’ filosofo per vocazione ed è un po’ mangione per appetito.
Tanto quanto sua sorella Alice mangia poco invece, è danzatrice.
Chiede scusa.
Non è un romanzo di azione come tanti altri.
È un romanzo di relazione, e di riflessione secondo Alone.
I personaggi hanno la compiutezza della quotidianità.
La quotidianità ha l’incompiutezza delle sculture michelangiolesche i “Prigioni”, impegolati.
Il tempo li avvolge nella svogliatezza frenetica dei giorni, dove districarsi tra buonsenso e nonsenso è un rompicapo.
Ad Alone sembra di aver detto tutto, ma non è detto.
Se ha dimenticato qualcosa, la trovi nel gran libro della vita.

Un brano

Contributi

Della stessa collana
...e non è la notte
Binario Morto
Da questa parte del mondo
Dentro la rabbia
Diario di un espatriato
Diese boce 'ntorno al larin
Facciamo un giro in centro?
Fai un salto
Figlio mio credici! Credici...!
Giovedì Grasso
Il biondo fiumano
Il cerchio del nucleo
Il colore delle more
Il Faro.
Il grano e la cenere
Il mare color catrame
Il terrazzo dei nanetti
L'anima
L'Approdo
L'aromataro
L'eternità di Clarissa
L'Imbuto di latta abbandonato
L'odore vivo delle parole
La Gatta
La Medicea
La Ragnaia dell'Uccellara
Le donne di Luca
Le Preferite
Mike Spinoza.
Storia di un barbone
Monomeri
Nudo alla meta
Oltre la culla
Partita a scacchi
Qualcosa di lieto
Sabbia Metallica
Soffio di vento
Terra Fangosa
Tra due continenti
Umanimali
Un amore
Una fantastica avventura