Via Cavalcanti,9/D CAP 50058 SIGNA (Firenze)

Tel. +39 055 8734952

Due o tre cose che so di Dante

Due o tre cose che so di Dante -
Autore : Donato Massaro
Collana : Edizioni Speciali

ISBN:978-88-6039-261-9. , Anno 2012

pagg. 112; cm 21X29.7 Italiano
Brossura Ill.

€ 15.00


Descrizione
È la storia di un incontro.
Con Dante, attraverso la Sua opera poliedrica e l’esperienza spirituale e intellettuale che ne consegue.
Un incontro che diventa un viaggio e un viaggio che diventa racconto e riflessione sull’Opera e sul Poeta in una visione di perenne attualità e in un’ottica più narrativa che saggistica.
Dopo 700 anni Dante, ancora così amato e letto, lo è in virtù della sua attualità, nostro contemporaneo malgrado ogni differente temporalità evidente, poichè pone domande attinenti all’inesauribile immanenza e trascendenza, che esigono risposte e soluzioni nel nostro mondano e immanente viaggiare, nel recupero del nostro oltremondano e trascendente ascendere.
Oltre ad alcuni personaggi celeberrimi con le implicazioni che li concernono, incontriamo Beatrice della Vita Nuova, che dà lo spunto per parlare della condizione femminile nella Firenze dei tempi suoi e delle sue mode, in una tensione passato/presente coi tempi nostri, la quale esprime un patrimonio e un retaggio e un’incidenza, con Dante alle prese con il suo vissuto giovanile, propedeutico alla Commedia e a una Vita Nuova intesa non solo come “libello” del museo dei libri antichi, ma piuttosto paradigma di Amore e Storia di un’anima, in un’esperienza poetica e spirituale eccezionale, prima di sperimentare il Paradiso come ce lo racconta nella terza cantica, con gli occhi della Poesia e della Fede.
Poesia e Fede che assumono nella nostra temporalità le sembianze di due figure allegoriche femminili, Florence e Françoise, “due forosette nuove” cavalcantiane, incontrate per caso in centro sulle orme delle citazioni e degli itinerari del suo poema, che ci accompagnano nel resto del nostro viaggio.
L’incontro si è fatto dunque esperienza poetica coinvolgente, in un’ascesa, in un viaggio, in un percorso che giunge al termine avvicinandoci alla Visione totalizzante dell’Inesprimibile, nello splendore della luce spirituale della Fede e nella brillantezza intellettuale della Poesia.
.

Un brano

Contributi

Della stessa collana
Angkor i figli degli dei
Arciconfraternita della Misericordia di Lastra a Signa
Cento anni di solidarietà. La Pubblica Assistenza di Signa (1909-2009)
Dherai Ramro Chha
Fontes Vitae Beatae Johannae
Giotto la casa, il colle di Vespignano
Gli Antichi Spedali della
Gli Antichi Spedali della
I Tronci di Pistoia. La dinastia dei bronzi sonanti
Il Dio arcaico e la scrittura
La Cappella Guariniana della Sindone a Torino
La mia amica Tebaldi
La Rossini.
La Banda di Firenze
Le bandiere gli aquiloni del cuore
Le opere e i giorni
Lo Spedale della Misericordia e Dolce
Lo Spedale della Misericordia e Dolce di Prato
Malati, medici e terapie all'Ospedale della Misericordia di Prato nel Secolo XIV
Mwadzuka Bwanji
Non c'ero mai stato prima
Pensieri per la domenica
Ragguaglio istorico della Beata Giovanna da Signa Romita Vallombrosana
Solid Brass
Un ospedale e la sua città
Una Commedia che riguarda tutti
Una Commedia che riguarda tutti