Via Cavalcanti,9/D CAP 50058 SIGNA (Firenze)

Tel. +39 055 8734952

Lucerna di versi

Lucerna di versi
Autore : Giuseppe Colapietro
Collana : Mielamaro

ISBN:978-88-6039-207-7. , Anno 2011

pagg. 80; cm Italiano
Brossura

€ 10.00


Descrizione
Mentre nella fiamma della candela bruciano i sogni e il meditar si avvolge nella luce proporzionata della lampada (come ci insegnano i grandi filosofi dello stupore), nella lucerna, per rigore di struttura e per chissà quale ancestrale magia, coesistono all’unisono fiamma e luce, persuadendo chi si avvale di essa, a sognare pensando e a pensare sognando.

In questa premessa sta la ragione di essere dell’intero libro di Giuseppe Colapietro “Lucerna di versi”, che ben si riflette nella sapienza dell’antico poeta persiano Tevorit Sanecdar che, nelle vesti di un angelo custode della penombra, ci accoglie nell’atrio del discorso poetico.
E a tale cospetto, l’autore accende la lucerna della luna, per intravedere il mondo e scoprire le proprie ombre lungo il tragitto di un intenso viaggio dentro la natura: patria del ritmo, ove il poeta diviene se stesso in quanto abitante della parola.

Il suo è un perdersi nel bosco dell’esistere per ritrovarsi nell’intimo degli affetti; ragion per cui, al di là di ogni sovrapposizione linguistico-semantica, che può sembrare retorica, scontata o ripetitiva “Lucerna di Versi” è un erbolario di emozioni, ricreato da un uomo che respira stupefatto il vivere quotidiano e nelle cui pagine antologiche, si congiungono amabilmente, come in un bouquet di fiori distinti, i colori sgargianti e delicati dei versi liberi con il soave profumo della metrica classica di altri.

Dalla prefazione di Ruth Cardenas Vettori.

Un brano
XXIX Edizione del Premio Firenze medaglia di bronzo, quale terzo classificato per la Poesia edita, con il libro "Lucerna di Versi".

La motivazione della Giuria del Premio: Un insieme di emozioni, le liriche di Giuseppe Colapietro che, avvalendosi di ritmi e di stili diversi esprime in piena completezza di linguaggio e di ispirazione, tutto il percorso di vita dell'autore, appassionato cultore della poesia che chiude la prima lirica della raccolta con questi versi che rappresentano l'essenza della sua creazione letteraria.
"E al riflesso della luna, cerco rifugio dentro la lucerna di me stesso" .

Della stessa collana
A piedi nudi
Anima Primigenia
Ballata per un compagno e altre poesie
Bianco Scarlatto
Chi coltiverà i sentimenti?
D'IO
Delle favole da durare
Diabolicoangelico
Diari e sentieri
Domestica Musa
E questo è quanto
Echi di solitudine
Febbrile e arreso
Fuoco di vita
Gocce di Stagno
Il canto delle bambole
Il dialogo remoto
Il segreto
Il senso delle parole
Il Treno che Verso Fa
L'umorale
Le mie perle pagine dell'anima
Le mutande gialle, al primo appuntamento
Lungo gli argini del sogno
Ore vaghe della fantasia
Passi nel cielo
Passioni
Peccati perseveranti
Piuma Leggera
Sangue puro
Sentimenti
Sogni e Ricordi
Squarci di cielo
Strani momenti di
Tre percorsi dell'anima
Viottole Fiorentine
Voci del passato