Via Cavalcanti,9/D CAP 50058 SIGNA (Firenze)

Tel. +39 055 8734952

Statuti e riforme del comune di Signa (1399-1528) (1533-1642)

Statuti e riforme del comune di Signa (1399-1528) (1533-1642)
Autore : Moreno Benelli
Collana : Storia Locale

ISBN:978-88-6039-236-7. , Anno 2012

pagg. 400; cm 16.5X24 Italiano
Brossura illustrata

€ 25.00


Descrizione
Quando la storia di una comunità raggiunge l’età adulta comincia a dotarsi di strumenti necessari alla sua organizzazione come gli statuti.
Il bisogno di regole, sicuramente presente sin dai primi insediamenti umani in questi territori, ha avuto un suo compimento con la stesura di norme scritte che, oltre alla loro diretta utilità pratica, hanno rappresentato un grado di crescente importanza per il nome stesso di Signa.
Le decisioni su cosa fare e su come comportarsi non erano delegate interamente ad autorità superiori ma venivano scelte ed approfondite in questo nostro stesso comune.
La pubblicazione di questi statuti, in un momento di profonda crisi identitaria e di globalizzazione pressoché selvaggia, vuole offrire uno spunto di riflessione a quanti, signesi e non, ritengono importante, per lo sviluppo e il rafforzamento della nostra democrazia, confrontarsi con quanto è alla base di questa.
Degli statuti, come una costituzione, non sono mai fogli riempiti con regole asettiche ed impersonali ma rappresentano piuttosto lo spirito vero che unisce in una fattiva convivenza più persone, trasformando, da uno stato di pura aggregazione di interessi, un gruppo di individui in comunità.
In questo studio è racchiuso uno dei principali percorsi conoscitivi della più concreta storia signese, questo è quanto Moreno Benelli è riuscito a far emergere da carte altrimenti senza vita.
In un percorso esegetico, che Moreno ha condiviso con gli altri amici del Gruppo Archeologico, viene mostrata nella sua interezza la realtà di chi ci ha preceduto in questo territorio e di chi prima di noi ha amato la terra di Signa.


Alberto Cristianini, Sindaco di Signa
Giampiero Fossi, Assessore alla Cultura del Comune di Signa
.

Della stessa collana
1966 l'Alluvione a Signa
1966 L'Alluvione a Signa
A qualcuno piace taxi
A Signa si parlava così (e così si parla)
Artimino dalle origini ai nostri giorni
Bogardo Buricchi.
L'uomo il poeta lo scrittore
Circolo La Torre 1962-2012
Civiltà parrocchiale
Da Mezzana a Porto di Mezzo
Dai Fiacres ai Taxi
Dal Porto a Signa
De Carmignone
Due campanili, un Comune unico (Figline e Incisa Valdarno)
Figline durante il Fascismo
Figline e il Valdarno nei difficili anni 1949-1952
Gianfranco Giovagnoli.
L'arno, Firenze e la sua valle
Il Borgo di Pietrafitta
Il centro sociale di Lastra a Signa.
Il dopoguerra a Figline e nel Valdarno
Il Giuoco del calcio con vignette
Il Territorio di Signa nell'Ottocento attraverso la cartografia storica
Il volto di pietra
L'antico sapore delle parole
L'Arno.
Un fiume di vita, di storia, di libertà
La Madonna del Pozzo di Empoli
La mia guerra
La piazza e il suo palazzo
La scuola media Giovanni Papini (1963-2006)
La Scuola Media Statale
La Scuola Media Statale Dante Alighieri (1963-2007)
La tromba d'aria di Monsummano.
8 novembre 2003
Lastra a Signa.
Ieri e oggi
Le Acli Aretine
Le Campane di Santo Stefano
Le mura di Malmantile
Lo Spedale di San Bartolomeo in Alpe poi sede del Monte di Pietà di Pistoia
Lotte operaie nelle Signe (1890-1900/1960-1970)
Montelupo Fiorentino 4 novembre 1966.
L'Alluvione
Oltre la Greve
Quando le donne andavano in bicicletta
Ricordo come. Il diario di Giuseppe Corsi
San Miniato a Signa
Santa Verdiana a Castelfiorentino
Signa. Guida storico turistica del territorio signese
Signa<br>
Un Mueso diffuso di Arte Sacra
Stella d'Italia
Strada Statale 67 km. 71.200
Tignano un antico borgo e il suo festival
Uno stemma come indizio: I Bosi a Legnaia fra XVII e XIX secolo
Valeriano Falsini e il mito di Fausto Coppi
Viaggio in Garfagnana
Villa Il Trebbiolo